Perchè partire?

Un sogno nel cassetto

Prima di partire, ero la classica persona che non sapeva assolutamente cosa fare della propria vita.

Avevo studiato Psicologia, per poi rendermi conto che questo tipo di laurea in Italia rappresentava quasi un ostacolo, più che un aiuto, all’inserimento nel mondo del lavoro. Mi piaceva quello che avevo studiato, ma, allo stesso tempo, non ero totalmente convinta che fosse la mia strada.

In quel periodo ero dovuta mio malgrado ritornare nella mia provincia di origine, Sondrio, dopo anni passati a studiare nella più vivace e dinamica Milano.

Grazie ad un progetto della regione, avevo trovato uno stage retribuito presso una fondazione bancaria dove mi occupavo principalmente di lavoro amministrativo. Ero molto annoiata da quello che ai tempi giudicato un deprimente lavoro d’ufficio e per il quale, inoltre, non mi mi erano state date delle vere prospettive. Vivevo con i miei genitori e vedevo come ancora molto lontano il raggiungimento di una mia indipendenza economica.

Ma, sopratutto, anche se avessi avuto la possibilità di avere un contratto vero e proprio, l’idea mi deprimeva. Non volevo fare l’impiegata a Sondrio, volevo viaggiare, vedere il mondo, volevo fare qualcosa di creativo, vivere delle avventure.

Ero molto invidiosa dei miei coetanei che avevano vissuto in altri paesi, scelta che io non avevo fatto per concentrarmi sugli studi. Avevo visto l’estero solo come turista, ma dopo ogni vacanza mi portavo a casa la voglia fortissima di continuare a viaggiare. Le persone intorno a me mi dicevano che era normale, che tutti amano visitare nuovi posti, ma nel mio caso sentivo che c’era qualcosa di più, provavo veramente un’attrazione fortissima verso l’estero e in particolare verso un paese: la Francia. Ci ero stata diverse volte, ed questo paese aveva sempre esercitato su di me un fascino particolare, per la sua lingua e la sua cultura. Era anche un paese che ammiravo molto per le sue politiche sociali, la maggiore emancipazione femminile, l’integrazione tra persone di diversa provenienza culturale, il rispetto dei diritti dei lavoratori, il grande investimento nell’arte e nella musica.

Insomma, mi ero sempre detta che se determinate vicissitudini personali non si fossero verificate, mi sarebbe piaciuto vivere per un periodo in Francia, e quel momento, in cui non avevo più il “giogo” dell’università ma nemmeno una situazione lavorativa determinata, poteva essere la mia occasione.

hidden-seduta
Un disegno che ho fatto che penso possa descrivere molto bene la mia sensazione al momento

Ma come fare?

Avevo studiato francese alle medie ma non si poteva certo dire che lo padroneggiassi, lo stesso valeva per il mio inglese. Non avevo competenze pratiche, come l’informatica, o la cucina, che permettono di trovare lavoro anche all’estero. Le mie competenze erano in campo puramente umanistico, insomma, per quel progetto, erano inutili.

Partire all’avventura, magari lavorando come ragazza alla pari o cameriera, mi sembrava una soluzione poco interessante. Innanzitutto perché non sono una persona particolarmente brava nei lavori pratici, in secondo luogo perché dopo aver conseguito una laurea specialistica mi sarebbe veramente sembrato di buttare via gli anni di studio che avevo fatto.

Una ragazza, laureata in Psicologia come me, aveva svolto uno SVE di un anno in una comunità per tossicodipendenti in Spagna e me ne aveva parlato molto bene. Non solo si era divertita e aveva conosciuto una cultura nuova, ma al suo ritorno in Italia aveva trovato lavoro come educatrice proprio grazie all’esperienza maturata nel corso dello SVE.

Questa possibilità mi sembrava più vicina a quello che cercavo e mi diede la speranza di poter realizzare il mio sogno: partire per la Francia e dare una svolta alla mia vita.

4 pensieri su “Perchè partire?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...